storia - volley consolini

Coppa Italia serie A2 - 2018
Vai ai contenuti

storia

società
CONSOLINI VOLLEY FEMMINILE - la storia
E’ il 1970 e dalla collaborazione e l’entusiasmo di un gruppo di ragazze nasce la prima squadra amatoriale di volley femminile a S. Giovanni in Marignano.
Elena Verni ed Erica Pascucci (che sono state le prime giocatrici), supportate dall’indimenticabile Giulio Aurora e dalla riminese Susanna Bisacchi, danno inizio ai primi campionati amatoriali.

Qualche anno più tardi l’impegno diventa più gravoso ma ci sono anche le prime soddisfazioni perché iniziano le iscrizioni dei primi gruppi di bambine e di giovani che vogliono avvicinarsi al mondo della pallavolo. Visto il discreto successo e il grande entusiasmo, le ragazze decidono di iscriversi al primo vero campionato di 3^ Divisione e in breve tempo centrano alcune promozioni che consentono di conquistare la 1^ divisione.

Siamo ai primi anni ’90 e alla squadra si avvicina un uomo dal quale la Pallavolo di S. Giovanni non potrà più prescindere, Antonio Gabellini, che con il suo impegno ed entusiasmo aiuta la squadra a superare le prime vere difficoltà, di tipo economico (con il suo grande impegno nel ricercare sostenitori), organizzativo e logistico (per disputare il campionato di 1^ divisione serviva un palazzetto idoneo). Sono quindi questi gli anni in cui la squadra si trasferisce a Misano Adriatico per disputare le partite del campionato.

Dopo vari tentativi e diversi buoni piazzamenti arriva la grande soddisfazione della promozione al primo campionato regionale – la serie D – e proprio in quel periodo inizia la sua preziosa collaborazione come dirigente Roberto Filipucci che contribuisce con la sua esperienza a imprimere un vero e proprio miglioramento alla Società. Purtroppo in questi anni muore Giulio Aurora, una perdita incredibile e inaspettata di una persona insostituibile per capacità organizzativa e dirigenziale non facile da colmare. Ancora ci manca tanto.

Dopo tre anni si sale in serie C, con grande soddisfazione per una promozione centrata con tutte atlete di S. Giovanni in Marignano e con il piacere anche di giocare in un palazzetto nuovo, bellissimo, costruito dal Comune grazie all’impulso dell’assessore ai LL.PP e Sport, Filipucci.

Un altro importante personaggio si avvicina al volley femminile marignanese: “Mister Manconi”, uomo di sport, con un trascorso nel mondo del volley come atleta, che per serietà e competenza nel corso degli anni ha contribuito in modo essenziale ai progressi del volley femminile marignanese. Prima come allenatore, poi nelle vesti di direttore sportivo, Stefano è riuscito a conferire a tutto l’ambiente grande dinamismo, competenza e serietà.

Dopo la promozione in C, la Consolini si stabilizza per parecchi anni nella massima serie regionale arrivando a disputare più di un campionato di vertice e sfiorando la promozione in B (ancora oggi brucia la sconfitta nel doppio confronto della finale play off).

L’ultimo campionato in C, quello della stagione sportiva 2012/2013, si rivela avaro di soddisfazioni. Ed ecco che, grazie anche alla spinta decisiva del main sponsor Otello Battistelli, la società decide di rilevare i diritti del campionato di B2 dallo Sporting Parma.
Ciò che sembrava un sogno, dunque, è divenuto realtà: per la prima volta San Giovanni in Marignano vanta una squadra femminile di pallavolo che nella stagione sportiva 2013/2014 disputa un campionato nazionale, quello di serie B2.

Grande è l’entusiasmo di tutto l’entourage. La serie B2 per San Giovanni non rappresenta solo un vanto per la militanza in un campionato nazionale, ma un volano per tutto il settore pallavolistico e per lo sport marignanese.
Un campionato nazionale rappresenta un orgoglio per tutto il Paese. Una grande sfida che i dirigenti della Consolini affrontano con la collaborazione di tutti, sponsor, amministrazione comunale, tifosi: questa squadra simboleggia il vanto di un’intera comunità.

Nel primo anno di campionato in B2, sotto la guida di coach Matteo Costanzi, le ragazze marignanesi disputano un’ottima stagione sportiva classificandosi al 4° posto della classifica finale. Ma soprattutto, la società getta le basi di quella che di lì a poco sarebbe diventata una formazione vincente ammirata in ogni angolo della penisola.

Nell’anno successivo, con una squadra che vede l’inserimento di alcune atlete esperte e sotto la guida tecnica di coach Matteo Solforati, del vice Luca Giulianelli e dello scout-man Fabio Tisci, la Battistelli Consolini compie un’impresa eccezionale conquistando la promozione nel campionato nazionale di B1 e vincendo tutte le gare, ad eccezione dello scontro con il Moie (seconda classificata) nella gara di ritorno persa per 3 set a 2.
Il campionato 2015/2016 rappresenta un evento storico per il comune di San Giovanni in Marignano poiché mai nessuna squadra del territorio marignanese ha militato in un campionato nazionale di B1.

Per affrontare il primo campionato di B1, viene confermata l’ossatura centrale formata da Ginesi, Tallevi, Lunghi, e Montani, mentre le trattative estive portate avanti dallo staff tecnico e dirigenziale della società consentono di comporre una squadra sicuramente interessante basata sul connubio tra giocatrici già esperte della categoria e giovani atlete di grande talento e sicure prospettive.

Arrivano le baby Ilaria Battistoni e Sofia Spadoni, mentre lo spostamento di Lunghi nel suo ruolo naturale di libero consente l’inserimento delle nuove schiacciatrici Giulia Saguatti e Chiara Ferretti. Completano il roster giocatrici di talento e sicura affidabilità come Gugnali, Capponi, Giulianelli, e Boccioletti capaci di rispondere sempre presente ad ogni chiamata di coach Solforati.

Partita per disputare un campionato di assestamento in un girone affollato di formazioni di grande caratura tecnica, al termine del girone di andata la Battistelli si ritrova al primo posto in classifica con 13 vittorie in altrettante gare.

La conquista della Final Four di Coppa Italia di B1 stimola la società a lanciarsi in una nuova ulteriore avventura: l’organizzazione della finale.
La Final Four di Coppa Italia a San Giovanni in Marignano si rivela uno straordinario successo: tecnico (si affrontano infatti le formazioni in testa ai quattro gironi di B1 nazionali), organizzativo (le società ospiti e la delegazione federale elogiano la società marignanese per la sapiente gestione dell’evento), di pubblico (il palazzetto di via Fornace Verni registra il tutto esaurito in entrambe le giornate di svolgimento della manifestazione), e mediatico (più di 20 sono infatti i giornalisti e fotografi accreditati).

Archiviata la Coppa Italia, la Battistelli non smette di stupire, vince la regular season, e conquista l’accesso alla finale playoff per la promozione diretta in serie A2 contro la Sigel Marsala che sconfigge in tre gare ottenendo al primo tentativo quello che sembrava un traguardo irraggiungibile per la squadra di un paese di appena 9300 abitanti: la serie A.

Il mese successivo alla promozione verrà ricordato dalla società marignanese come il più complicato della sua storia. Dopo appena un anno di militanza nel campionato di B1, raccogliere un budget almeno sufficiente per l’iscrizione alla A2 si rivela impresa titanica. Tuttavia, quello che pochi giorni prima sembrava un miraggio, diventa realtà nel volgere di poche settimane e la società si presenta ai nastri di partenza del campionato.

Preso atto della scelta di coach Solforati di abbandonare il progetto marignanese per ripartire nuovamente da un campionato di B1 di vertice nella Zambelli Orvieto, viene ingaggiato un allenatore dal palmares incredibile. Arriva infatti Riccardo Marchesi, già vincitore di uno scudetto con la Scavolini Pesaro e di una Coppa di Francia nella sua successiva esperienza alla guida del Le Cannet.

Vengono confermate ben quattro delle artefici della storica promozione in serie A: Battistoni e Saguatti (che diventa anche il capitano) rimangono come titolari, Tallevi e Boccioletti come importantissimi cambi.

Arrivano giocatrici di comprovata esperienza della categoria come il libero Alessia Lanzini, l’opposto Marta Agostinetto, ed i centrali Sara Giuliodori e Gaia Moretto. Il roster viene completato con l’esperienza della seconda palleggiatrice Aleksandra Rynk e con la gioventù della centrale Sara Angelini e della schiacciatrice Alessia Sgherza, ma soprattutto con l’arrivo della prima straniera nella storia del club – la russa Olga Vyazovik – che proietta la Battistelli in una nuova dimensione sportiva.

Grazie alle qualità sportive ed allo spessore umano di tutti i protagonisti, l’esordio nella serie cadetta si rivela meno traumatico di quanto ci si potesse aspettare e la Battistelli conclude la regular season con un sensazionale sesto posto finale e l’accesso ai quarti di finale dei playoff promozione nei quali viene eliminata addirittura in gara 3 dalla Delta Informatica Trentino.

Nell’estate 2017 la squadra viene rinforzata per un ulteriore salto di qualità. Per il terzo anno consecutivo rimangono ai loro posti Battistoni e Saguatti, mentre arrivano a San Giovanni in Marignano la coppia di centrali Casillo e Caneva, l’opposto Zanette, il libero Giulia Gibertini, e la nuova straniera Srna Markovic.
Completano la squadra giocatrici di grande talento già protagoniste nel campionato di B1, vale a dire le schiacciatrici Martina Bordignon e Alberta Sgarbossa, la centrale Anna Gray, l’opposto Federica Nasari, e la giovanissima palleggiatrice Benedetta Giordano.

Cambia interamente anche lo staff tecnico della formazione marignanese. Coach Marchesi viene richiamato in Francia dal RC Cannes, la Juventus della pallavolo femminile francese, e viene sostituito con Stefano Saja, reduce da un eccellente campionato di A2 a Soverato concluso con un quarto posto finale nella regular season.

Abbandonano anche altri due storici componenti dell’entourage marignanese: il vice allenatore Luca Giulianelli per motivi di lavoro e lo scoutman Fabio Tisci che raggiunge Matteo Solforati ad Orvieto. Arrivano alla corte del presidente Manconi il nuovo vice allenatore Alessandro Zanchi ed i nuovi scoutman Raimondo Gobbi e Flavio Rocca.
Il preparatore atletico Niccolò Caldari viene affiancato da Simone Mencaccini, mentre i muscoli delle atlete marignanesi continuano ad essere affidati alle sapienti mani dei fisioterapisti Andrea Arduini e Lucia Pratelli.

I risultati non tardano ad arrivare: in un campionato di A2 stravolto dalla federazione e portato a 17 squadre, la Battistelli veleggia sin dall’inizio nei quartieri alti della classifica, conclude il girone di andata al quarto posto, ed è capolista per una decina di giornate. L’entusiasmo cresce a dismisura, il palazzetto di San Giovanni in Marignano registra numerosi sold-out, e la squadra raggiunge un risultato impensabile solo fino all’estate 2017: l’accesso alla Finale di Coppa Italia.

Ed il 18 febbraio 2018, nella splendida cornice del PalaDozza di Bologna, davanti a 5000 spettatori, la Battistelli conquista il trofeo al termine di una finale entusiasmante e combattutissima con la LPM Mondovì conclusasi per 3-1 a favore delle marignanesi.
Il resto speriamo sia un nuovo altrettanto entusiasmante capitolo da aggiungere alla storia di questa piccola grandiosa realtà sportiva marignanese.
 

Consolini Volley Femminile A2
Polisportiva A. Consolini Società Sportiva Dilettantistica a responsabilità limitata (SSD a r.l.)
Galleria Marignano s.n.  47842 San Giovanni In Marignano RN  -  Telefono: 0541 955313
N.P. IVA: 02190450409

Web & Hosting by DEA s.a.s. - www.deaservizi.net

Torna ai contenuti